Shiatsu


Niente ravviva, anima o stimola l’attenzione come il tocco esperto di un’altra persona.

Malgrado l’abbondanza ipertecnologica di cui disponiamo, tale contatto è nutrimento vitale e la nostra cultura ne è comunque affamata. (Thomas Myers)

La frase riportata esprime perfettamente l’importanza del tocco e del massaggio per l’equilibrio dell’uomo, dalla fase prenatale a tutte le altre fasi della sua vita e il tocco con il massaggio ne è un'espressione; nel corso della storia dell’umanità si sono sviluppate moltissime tecniche diverse di massaggio in varie parti del mondo e tra queste, lo Shiatsu è un mondo a sè, perchè è diverso da un massaggio, anzi non è un massaggio:  è respiro tra due persone, ritmo, profondità di sensazioni e relazioni;  il tocco e la ritualità dei gesti lo rendono unico e diverso.

Nello Shiatsu si crea una profonda interazione con il ricevente per quanto riguarda la presenza, il rispetto, la comprensione, il sostegno, ma viene sempre rispettata la capacità di autoguarigione e l’autonomia del ricevente, che gli permetteranno di trovare le risorse per ristabilire il suo equilibrio.

Il termine giapponese SHI-ATSU appare per la prima volta nel 1915 con il significato di “pressione con le dita” e da allora si è diffuso in tutto il mondo e molti sono gli stili di Shiatsu (Zen Shiatsu, Ohashiatsu, Shiatsu Iokai, Namikoshi, dai nomi dei fondatori delle varie scuole) ma tutti hanno in comune dei principi: la perpendicolarità, la concentrazione e il ritmo costante;  nel trattamento vengono utilizzate principalmente le pressioni delle mani e del pollice e si seguono i canali energetici o meridiani e i punti di digitopressione, che hanno una loro precisa localizzazione sul corpo ma lo Shiatsu è comunque una disciplina molto flessibile che abbraccia varie tecniche ed è per questo motivo che esiste una varietà notevole di stili diversi.

L'elemento che accomuna e fa dialogare tra di loro i vari stili è la scienza del Qi (termine cinese di Energia) o Ki (termine giapponese)

Il trattamento inizia con un contatto delicato, di ascolto del Qi, di connessione al respiro del ricevente e termina con un contatto, nel quale  il respiro e il Qi saranno cambiati, perchè ogni volta il trattamento è diverso e alla fine, anche se la persona è la stessa, ci sarà la sensazione di percepire una nuova Energia, e il trattamento avrà contribuito a riportare mutamento ed equilibrio sia all'operatore che al ricevente

Dal punto di vista tecnico lo Shiatsu utilizza la pressione che produce un effetto specifico sul tessuto connettivo, di cui fa parte la membrana fasciale, che si distende, si liquefa sotto la pressione e questo determina un rilassamento dei tessuti, soprattutto se congestionati, fragili o poco irrorati dal sangue; il rilassamento apporta maggiore idratazione, distensione e connessione tra le varie cellule di tutto il corpo; l’effetto però non riguarda solo la parte fisica, la relazione tra tessuti e cellule risuona a livello della frequenza, del flusso di carica che scorre in tutti i tessuti del corpo; pertanto un nuovo stimolo oltrepassa la barriera del corpo materiale per passare anche a quello bioenergetico  fornendo tutta una serie di stimoli che mutano la condizione dell’energia, del Qi.

Come diventare operatore?

Lo Shiatsu è una disciplina e un operatore professionale ha alle spalle molti anni di pratica per arrivare a una profonda conoscenza delle tecniche di base e di studio della parte teorica; inoltre sono necessari molti trattamenti per sperimentare la capacità di percepire lo stato energetico del ricevente e riuscire a strutturare di conseguenza un trattamento personalizzato che produrrà un cambiamento  e innescherà la capacità di riequilibrio

In Italia sono tre gli anni di studio per completare il percorso professionale di operatore Shiatsu.

Per informazioni sull’ argomento formazione per operatori potete scrivere direttamente alla mia mail o contattarmi telefonicamente.

come avviene una seduta di shiatsu

la seduta dura circa un'ora; la prima volta valuto la situazione energetica del ricevente con alcune domande sulla salute e le abitudini in modo da tracciare un quadro di massima, poi procedo con il trattamento che mi dà modo di tracciare un quadro energetico anche con l'ascolto delle mani e quindi riunire tutte le informazioni per stabilire un trattamento di partenza che sarà sempre più mirato e personalizzato negli incontri successivi; non sempre si può stabilire quante sedute saranno necessarie, alle volte ne basta una, altre volte qualcuna un più, per questo sarà sempre possibile concordare di volta in volta il costo di un pacchetto di sedute, 

sempre in modo personalizzato. 

Pratica Shiatsu nella giornata finale del percorso Master organizzato dalla scuola Shin Shiatsu
Trattamenti Shiatsu alla bellissima manifestazione del Bioest